Optimart: nuova intervista al Founder Giovanni Boccia

Giovanni Boccia in questa nuova intervista ci rivela nuovi dettagli e risvolti del futuro di Optimart

Abbiamo avuto il piacere e l’onore di incontrare, per una nuova intervista, Giovanni Boccia, Founder di Optimart, prima piattaforma al mondo di lending crowdfunding riservata alle opere d’arte. In questa nuova intervista scoprirai nuovi interessanti dettagli relativi alle dinamiche che riguardano il funzionamento di Optimart ed i prestiti relativi ai vari progetti artistici che la piattaforma presenta.

Quali misure avete adottato per garantire la sicurezza e la protezione degli investitori e delle opere d’arte stesse?

Per garantire la sicurezza e la protezione degli investitori e delle opere d’arte stesse, abbiamo adottato diverse misure. In primo luogo, la gestione dei fondi di donatori, investitori e portatori di progetto avviene in maniera meccanica attraverso la collaborazione con Lemonway, il quale opera nel rispetto delle normative AML-CFT. Ciò garantisce la protezione da eventuali atti fraudolenti e soddisfa i requisiti europei per la lotta al riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo.

Inoltre, tutte le opere d’arte che entrano a far parte del circuito della nostra piattaforma sono protette da una copertura assicurativa all risks. Optimart offre le migliori condizioni conservative e, su richiesta dell’investitore, può fornire un condition report adeguato.

Come gestite le potenziali difficoltà nell’ottenere un ritorno sull’investimento in caso di mancato rimborso del prestito?

Per gestire le potenziali difficoltà nell’ottenere un ritorno sull’investimento in caso di mancato rimborso del prestito, Optimart adotta un’approccio molto rigoroso. Prima di accettare di pubblicare un progetto, effettuiamo una due diligence sul progettista e la sua storia, oltre ad un’analisi approfondita dell’opera da pubblicare e la sua valutazione preventiva. Chiediamo inoltre al progettista una pre-valutazione da parte delle maggiori case d’asta internazionali, oltre alla normale documentazione.

Solo dopo aver ricevuto un riscontro positivo e la certezza al 95% che il progettista possa vendere l’opera con profitto in asta o tramite trattativa privata, diamo il benestare alla pubblicazione del progetto. Seguendo questo modus operandi, riusciamo a limitare al massimo le possibilità di incontrare ostacoli nell’ottenere un ritorno sull’investimento.

Optimart
Caratteristiche fondamentali di Optimart

Quali sono i tipi di opere d’arte che sono idonee per essere finanziate attraverso la vostra piattaforma? Ce n’è qualcuna in particolare che vi và di citare per il successo che ha riscosso

La nostra piattaforma prevede la possibilità di finanziare opere d’arte autenticate attraverso un rigoroso processo di valutazione condotto dal nostro comitato artistico, composto da critici e storici dell’arte altamente qualificati. L’autenticità rappresenta un aspetto fondamentale nella valutazione di un’opera d’arte, poiché incide notevolmente sia dal punto di vista artistico che economico. In Italia, il diritto di autenticare un’opera d’arte spetta all’artista ai sensi dell’art. 20 della legge sul Diritto d’autore (legge n. 633 del 22 aprile 1941), mentre dopo la morte dell’artista tale diritto morale può essere esercitato dai suoi eredi o da organizzazioni mandate dagli stessi eredi, come archivi, fondazioni, comitati di esperti o associazioni. Una volta confermata l’autenticità dell’opera, vengono valutati altri aspetti come la sua storicità, il valore, lo stile, ecc. Ci teniamo a sottolineare che non abbiamo una particolare opera d’arte da citare come esempio di successo, poiché riteniamo che ogni opera meriti di essere valutata in base alle sue caratteristiche intrinseche.

Come mantenete la trasparenza nella gestione dei fondi e nella comunicazione con gli investitori?

Per mantenere la trasparenza nella gestione dei fondi e nella comunicazione con gli investitori, presso Optimart offriamo la possibilità di gestire in modo facile e autonomo le somme impegnate. Il cliente può aprire un proprio wallet e decidere autonomamente quale progetto finanziare, conoscendone esattamente la durata, la tipologia e il tasso di rendimento previsto sul finanziamento. Non ci sono costi di ingresso o di uscita e il cliente deve solo attendere il termine del progetto per recuperare le somme prestate sul proprio wallet. Inoltre, il cliente può diversificare i propri investimenti su più progetti, frazionando il rischio. Nel caso in cui uno dei progetti non venga portato a termine, le somme impegnate ritorneranno sul wallet del cliente senza penali, anche se la redditività potrebbe non essere riconosciuta. Riteniamo che la trasparenza sia fondamentale nella gestione dei fondi e, per questo motivo, ci impegniamo a comunicare con chiarezza e tempestività con gli investitori, mettendo a disposizione tutte le informazioni necessarie per una corretta valutazione delle opportunità di investimento offerte.

Optimart\.\.
Optimart: alcuni progetti finanziati

Scopri tutti i dettagli delle piattaforma Optimart:

– About Us –

Startups Wallet è una vetrina crowdfunding  che contiene tutti gli investimenti possibili in startup e PMI italiane, anche nel settore immobiliare. 

Startups Wallet aggrega dunque tutte le piattaforme di equity crowdfunding (mamacrowd, crowdfundme, opstart, backtowork, concreteinvesting, walliance, wearestarting, 200crowd, thebestequity, buildaroung, etc.) e di lending crowdfunding (rendimento etico, crowdestate, evenfi, relender, trusters, ener2crowd, recrowd, valore condiviso, bridgeasset, housers, buildlenders etc.).

Tramite startups wallet puoi filtrare per categoria di interesse (es. sport, finanza, food) ricevere notifiche personalizzate sui vari investimenti e creare il proprio portafoglio.

Investi quindi in aziende diventando azionista di imprese italiane o effettuando prestiti con alti tassi di interesse.

Per scoprire tutte le campagne in fase di raccolta o in fase di coming soon visita la nostra Homepage oppure effettua il download della nostra APP tramite Play Store oppure Apple Store.

Avatar for startupswallet

startupswallet

Read Previous

Intervista al CEO di Ruralis.com, Nicolas Verderosa

Read Next

Intervista al founder di Bikeen, Gianluca Galliano