Intervista al CEO di dilium, Dontato De Ieso

Dilium realizza la sua seconda campagna di equity crowdfunding sulla piattaforma Opstart 

Dilium sviluppa e commercializza soluzioni digitali innovative proprietarie, basate su quattro principali direttrici tecnologiche: realtà aumentata & aI, blockchain, cms cloud system integration, mobile. Lancia la sua seconda campagna di equity crowdfunding su Opstart. Startups Wallet ha avuto il piacere di intervistare il CEO Donato De Ieso

Come nasce dilium e con quale obiettivo primario?

Dilium è nato cinque anni fa dall’incontro con due studenti particolarmente brillanti, quando facevo il professore sia come tutor accademico all‘Università degli Studi di Milano sia all’interno di un istituto d’istruzione superiore. Con loro aprimmo, all’interno di un laboratorio di ricerca, un canale d’incontro per le aziende. Sviluppammo così i primi progetti innovativi e, nel giro di qualche mese, e prese vita la startup dilium. 

Dilium dunque nasce sulla base di ricerche su progetti complessi riguardanti temi che agenzie e società di consulenze trattano molto spesso a livello burocratico ma in pochi sono coloro che sanno che cosa c’è dietro. Parliamo in particolare di tematiche come Blockchain, metaverso, intelligenza artificiale. Dilium si propone quindi come una sorta di software boutique, andiamo a sviluppare soluzioni innovative tecniche migliorando i processi all’interno delle aziende dando subito un riscontro e una forte connotazione digitale a supporto dei flussi di lavoro di ogni singola azienda.

Chi sono i vostri eventuali competitor e in cosa dilium si differenzia da loro?

Sostanzialmente ci sono tante realtà che hanno sviluppi verticali su soluzioni molto simili. Relativamente al settore della realtà aumentata esistono diversi player internazionali soprattutto americani. Molti dei nostri competitor oggi sono stati acquisiti da grandi realtà. Dilium vanta brevetti molto importanti su tematiche che ci garantiscono un’ottima reputazione tecnologica mettendo in risalto il nostro prezioso knowhow. Tra i competitor molto spesso non ci si caratterizza come tali, ci si sente all’interno di uno stesso contenitore, all’interno di associazioni condivise. Per questo condividiamo le nostre visioni, i nostri obiettivi e molto spesso avvengono anche scambi ed opportunità commerciali.

dilium
dilium Augmeted Reality Studio

Perchè l’equity crowdfunding?

É il secondo passaggio che facciamo in equity. Dilium per noi rappresenta un’opportunità per investitori di un certo livello. Abbiamo alzato l’asticella del contributo minimo proprio perchè desideriamo che l’investitore che entrerà a far parte del nostro gruppo ci dia qualcosa che va oltre il mero investimento monetario, vogliamo che la sua persona sia attiva all’interno della nostra compagine sociale così da poter darci contributi e suggerimenti. Vogliamo che dilium sia costituita sempre più da figure competenti ed appassionate al nostro core business, che ci diano un supporto concreto, utile alla nostra crescita professionale.

Com’è cambiata dilium dai tempi del lancio della prima campagna ad oggi?

Abbiamo continuato il nostro lavoro, garantendo sempre tutti gli stipendi ai nostri collaboratori. Il nostro vantaggio è che in dilium lavoriamo sulle cose che ci piacciono e cerchiamo di farle  sempre al meglio. La nostra mission è quella di lavorare assieme ai nostri clienti, con soluzioni innovative che soddisfino entrambe le parti. I clienti che ci hanno dato l’opportunità di lavorare con loro dall’inizio, oggi non solo sono rimasti con noi ma ci hanno presentato altri clienti. Diciamo che, step by step, dilium cresce assieme ai propri clienti in un rapporto di confronto continuo. 

Perchè investire in dilium?

Le nostre KPI sulla base della nostra storia ci portano ad essere in forte crescita, le richieste che ci arrivano sul tema dell’innovazione digitale, intelligenza artificiale, realtà aumentata, metaverso e block chain sono sempre di più. L’investimento in dilium è un’opportunità per i nostri amici imprenditori, gente che già ci conosce ed è già con noi ma anche per possibili business partner che vogliono entrare a far parte della nostra famiglia. I numeri alla base sono verificati e solidi e non vi è il rischio di lavorare su tematiche obsolete ma che, al contrario, sono oggi un must have. Far parte di dilium significa entrare in collaborazione con aziende che lavorano su queste tecnologie che stanno dilagando oggi e, investire in loro, è sicuramente un’opportunità preziosa.

dilium
dilium presents Augmented Reality Studio at the AI Week

Quali sono gli obiettivi che vorreste raccogliere con i fondi della campagna?

Stiamo scalando rapidamente e dall’anno scorso abbiamo avuto 150 % in più di revenue grazie alle soluzioni di software as a service che abbiamo sviluppato nell’ambito della realtà aumentata e della Blockchain e, per andare a sostenere sempre di più le piccole medie aziende ma anche corporate di una certa dimensione, abbiamo bisogno di persone che ci supportano e comunicano con queste realtà. La maggior parte di fondi raccolti dalla campagna verrà utilizzata per formare il personale a supporta delle aziende che hanno necessità di lavorare su questi temi che oggi sono in hype. Il nostro obiettivo è quindi quello di avere una stabilità maggiore all’interno dell’azienda.

Vuole aggiungere qualcos’altro?

Molti mi chiedono perchè dilium, da dove nasce. Mi piacerebbe raccontarlo. Dilium arriva da un suono che inizialmente si ricercava tra parole come jumanji, parole stranissime. Alla fine è nato dal suono di Titilium, il font dell’Accademia delle Belle Arti di Urbino,che è diventato anche il font istituzionale di dilium, parola che abbreviata era l’unica disponibile in termini di marchi registrati e domini disponibili. L’altra cosa interessante è che il simbolo del “>” e “_” che precedono dilium rappresentano per noi il terminale, quindi la parte di programmazione e di sviluppo. L’utilizzo di questi simboli ci fu contestato, appena dilium nacque, da una multinazionale conosciutissima. Infatti, nel giro di una settimana, ci arrivò una diffida. Contattammo quindi avvocati del settore che ci scoraggiarono nel proseguire con una battaglia legale essendo appena nati. Un avvocato molto interessante di Milano invece mi rispose in maniera abbastanza coinvolgente e cercò da subito di fare il possibile prendendo questa causa in mano che, dopo 30 giorni, vincemmo contro una big company. Questo dimostra quanto teniamo a dilium e quanto crediamo al nostro lavoro.

Scopri tutti i dettagli delle campagne in corso:

– About Us –

Startups Wallet è una vetrina crowdfunding  che contiene tutti gli investimenti possibili in startup e PMI italiane, anche nel settore immobiliare. 

Startups Wallet aggrega dunque tutte le piattaforme di equity crowdfunding (mamacrowd, crowdfundme, opstart, backtowork, concreteinvesting, walliance, wearestarting, 200crowd, thebestequity, buildaroung, etc.) e di lending crowdfunding (rendimento etico, crowdestate, evenfi, relender, trusters, ener2crowd, recrowd, valore condiviso, bridgeasset, housers, buildlenders etc.).

Tramite startups wallet puoi filtrare per categoria di interesse (es. sport, finanza, food) ricevere notifiche personalizzate sui vari investimenti e creare il proprio portafoglio.

Investi quindi in aziende diventando azionista di imprese italiane o effettuando prestiti con alti tassi di interesse.

Avatar for startupswallet

startupswallet

Read Previous

Intervista al founder di Barty – The right mix

Read Next

Intervista al CEO di JustMary, Matteo Moretti

Leave a Reply